Cos’è “Nuovo Umanesimo”?

“Agisci in modo da trattare l’umanità, tanto nella tua persona quanto nella persona di ogni altro, sempre nello stesso tempo come un fine, e mai semplicemente come un mezzo”

(Immanuel Kant,  Fondazione della metafisica dei costumi, 1785)

I Valori sono gli ideali che orientano le nostre scelte morali. Essi vengono utilizzati come criterio per giudicare o valutare comportamenti e azioni. I valori si connettono in vario modo con la realtà sociale e politica, con l’organizzazione economica e giuridica, con le tradizioni, i costumi e i simboli di una collettività, e quindi mutano nelle varie culture ed epoche storiche

L’Umanesimo fu un fenomeno culturale che prese vita negli ultimi anni del XIV Secolo dall’Italia, più precisamente da Firenze, già punto di riferimento della vita letteraria della penisola. Questo vasto movimento di rinnovamento culturale, artistico e filosofico arrivò a caratterizzare l’intera Europa e si pose in forte contrasto rispetto al pensiero medievale, abbandonando la contemplazione del soprannaturale e del divino a favore del ritorno ad uno spirito critico. Proprio il termine “Umanesimo” suggerisce alcuni elementi chiave circa la visione degli intellettuali quattrocenteschi, rispetto alla quale appare centrale una rinnovata fiducia nelle capacità e nelle possibilità dell’uomo. L’uomo cioè ha la possibilità e il dovere intellettuale di comprendere il mondo che lo circonda ed adattarsi ad esso: da questa tensione alla conoscenza rinascono gli studia humanitatis, le discipline umanistiche, che traggono un’essenziale linfa vitale dalla riscoperta dei classici latini e greci. Muta anche l’approccio allo studio delle riscoperte opere classiche: lette con rispetto, ma anche con spirito critico, esse divengono ora oggetto di uno studio attento e propositivo. Si diffonde una grande fiducia nell’intelligenza umana; si esaltano, in particolar modo, il valore estetico e morale del “Bello”, la dignità dell’uomo e le sue innumerevoli capacità creative. Inoltre si afferma il concetto di humanitas, inteso come il desiderio di conoscenza che eleva e nobilita l’uomo.

Possiamo Chiamare “Umanesimo” , in senso lato, ogni movimento culturale che nella sua teoria dei valori e nella sua interpretazione della realtà riconosce all’Uomo una posizione centrale. Aumentano sempre di più oggi i segnali di una profonda crisi valoriale ed etica, si rende quindi quanto mai necessario un nuovo respiro culturale in grado di smuovere le coscienze per combattere la perdita di fiducia non soltanto nei confronti degli ideali, ma anche la fiducia nell’Umanità stessa. NuovoUmanesimo.eu è stato concepito come luogo (virtuale e fisico) di pensiero, di formazione e informazione, di riflessione sulle radici storiche e sui cambiamenti in atto nella nostra società. Con il progetto “Nuovo Umanesimo” intendiamo auspicare un nuovo movimento di rinnovamento culturale basato su pochi e semplici Valori fondanti:

  • L’ideale principale è quello dell’Integralità dell’Uomo. Per raggiungere tale traguardo vanno ricercati poi allineati i propri valori con gli obiettivi da raggiungere. In un’epoca massificata e massificante, dove è più conveniente apparire e meno vantaggioso essere e in cui l’uomo consapevole ha perso ogni diritto di legittimare la sua libertà interiore, tale concetto, alla stregua di un faro, rischiara il cammino e fa si che l’uomo mantenga un equilibrio etico.
  • Lo stato di un simile stato malessere collettivo, che conduce alle derive sopra accennate e che riguardano tanto la vita dell’individuo quanto la convivenza sociale, è strettamente legata alla ricostruzione di un tessuto valoriale condiviso.
  • Riscoprire il valore dell’Autonomia Creativa dell’Uomo, anche aiutato e supportato dalle moderne tecnologie che non devono essere demonizzate ma, al contrario, devono divenire strumento di inclusione, condivisione e produzione culturale. Insomma, la tecnologia come strumento e non come fine.
  • Un nuovo Paradigma sul rapporto Umanità-Natura, occorre riscoprire in fretta una rispettosa e armonica convivenza con l’ambiente, nel suo equilibrio. In modo tale che venga poi considerata non come mezzo ma quale massimo bene lasciatoci in eredità da preservare e tramandare alle future generazioni.
  • Umanità intesa come desiderio di Conoscenza, sete di cultura e arte. Un richiamo alla responsabilità per la diffusione della conoscenza contro il dilagante fenomeno della frammentarietà del sapere, contro l’indifferenza, l’approssimazione e lo scetticismo.
  • La riscoperta dei reali canoni estetici, la riscoperta del “Bello”, lontano dai canoni dell’efficientismo e del valore strettamente economico. Occorre rieducare verso una responsabilità estetica, riconoscendo e legittimando l’esperienza del godimento fine a se stesso come un’esperienza di valore.
  • Favorire il dibattito Argomentativo ed il confronto con l’obbiettivo finale di sviluppare un sano spirito critico, ricercare e analizzare informazioni, comunicare ed ascoltare attivamente.
  • La riscoperta dei “Classici”, intesi come l’insieme delle varie opere storiche, per la formazione di una nuova capacità di Autonomia critica e di senso storico. Il ritorno alla discussione e al dibattito culturale, con l’obbiettivo di un crescente senso critico e d’analisi.

Questi sono i nostri ideali, la nostra visione. Ma più praticamente, con “Nuovo Umanesimo”, vogliamo creare un piccolo spazio dedicato alla diffusione della cultura, all’analisi, al dibattito, con l’obbiettivo di crescere, tutti insieme, in un’ambiente comunitario e stimolante. Smuovere gli animi verso una nuova sensibilità, tramite il confronto e l’informazione.

Seguici ed entra a far parte della Community!